00 12/3/2020 1:01 PM
Re: Re: Re:
Dani1000, 03/12/2020 12:31:






Io parlo per me, sono critico nei confronti di Ducati, ma non cerco assolutamente di screditarla. Sono contento che s' impegni a rinnovarsi continuamente e che abbia questa "vivacità" progettuale.
MA il loro modo di essere esclusivi puntando tutto sull' innovazione tecnologica mi sta facendo perdere quel tipo di Amore particolare per le loro moto.
All' epoca dell' acquisto della mia Multistrada un mio amico con un TDM (lasciamo perdere il confronto estetico tra le due moto) per descrivere la bellezza della sua moto mi parlava del telaio deltabox sti cazz.., delle 5 valvole per cilindro emisferiche di sta cippa, del dual frenata cbsxyxzvt e chi più ne ha e ne metta. poi in giro per i passi lo seminavo sempre e la volta che ha provato la multi se ne è innamorato. Le Ducati di oggi mi sembrano molto una bella raccolta di frasi da Brochure ma che poi tradotto in vero piacere di guida si perdano un pochino



Il piacere di guida è soggettivo, hanno cambiato il carattere delle moto, ora sono più facili ma anche molto più efficaci.
Faccio un esempio, quando sono passato dalla Streetfighter/Hypemotard/Monster alla Tuono 1100 ho trovato una moto con forse meno carattere ma molto molto più facile ed efficace, il mio conce Ducati mi disse che per Borgo Panigale la mia Tuono era il target e il riferimento. Infatti dopo 4 anni è uscita la Streetfighter V4 che è facile ed efficace.
Preferisco le vecchie Dicati? No.
Anche se avevano il loro fascino. Ma preferisco moto più facili, più sicure ed efficaci.
Questo è il nuovo paradigmna di Ducati. E la maggior parte del mercato gli da ragione. Infatti le vendite del 2020 sono state sorprendentemente positive nonostante il Covid.
Non è che chi non apprezza queste nuove moto ha torto, però non rappresenta più il mercato.
Piacere di guida può essere anche una moto efficace che ti fa andare forte in sicurezza con poco impegno.